nov 24 2009

E come si fa a dire di no alla Capa Rita?

Tag:Tag andrea @ 23:03

E certo che siamo pronti!
E come si fa a dire di no alla Capa Rita?
Ci ha tempestato di sms e mail, apparentemente gentili e cortesi, ma voi ve la sentireste di provare a dire di no?
Come ho detto l’anno scorso (mi faccio pubblicità: qui) l’ipotesi di “saltare” nessuno l’ha ancora presa in considerazione, quindi non è possibile dire in quali sanzioni s’incorre, ma visto il piglio della Capa e la schedatura cui ci ha sottoposto, c’è da pensarci bene prima di tirarsi indietro.
Infatti nessuno si tira indietro, e le schiere di volontari s’ingrossano: continuo a farmi  pubblicità, leggete qui.
Poi quest’anno ha aperto le ostilità con un incontro che mirava a raccogliere nuovi adepti, e come ha esordito? “Il lavoro del Banco è un lavoro importante, insostituibile, perché è l’anello di congiunzione tra chi ha la possibilità di aiutare ma non sa bene cosa fare in concreto, e chi sa cosa fare per aiutare ma non ha i mezzi per farlo: il Banco aiuta chi aiuta, e noi allora non ci tiriamo indietro, e aiutiamo il Banco ad aiutare.”
Zac. Incastrati. E assolutamente pronti.

Lascia una risposta